Sonetto 63 – Sonnet 63

Shakespeare Sonetto 63

Per quando il mio amor sarà come or son’io. Against my love shall be, as I am now. 

Leggi e ascolta

Per quando il mio amor sarà come or son’io,
offeso e logorato dall’atrocità del Tempo;
quando l’ore le sue vene avran svotato e la sua fronte
sarà rughe e grinze; quando il suo giovane mattino
sarà giunto all’erta notte della vecchia età,
e tutte le bellezze delle quali oggi è sovrano
andranno dileguandosi o saranno ormai svanite,
portandosi via il tesoro della sua primavera:
per quel terribile momento devo erigermi a difesa
contro la crudele lama della distruggente età,
perché non possa mai recider da memoria
la bellezza del mio caro amore, pur se dovrà morire:
il suo splendore trasparirà da queste linee nere,
esse vivranno, ed egli in esse, eternamente verde.

I riferimenti al futuro del giovane sono segni del timore del poeta che l’amore non possa difendersi dal tempo. Il giovane potrebbe morire – “quando l’ore le sue vene avran svotato” – e così potrebbe la sua bellezza – “e tutte le bellezze delle quali oggi è sovrano / andranno dileguandosi o saranno ormai svanite” – ma quando lil giovane avrà l’età del poeta, l’antico bell’aspetto del giovane sarà preservato nei versi del poeta.

“La crudele lama della distruggente età”, che ricorda il Sonetto 60 “e il tempo ora distrugge il dono che le diede”, non si accorda con i sonetti del poeta, “queste linee nere” in cui il giovane vivrà per sempre “eternamente verde”.

««« Sonetto 62

»»» Sonetto 64

..

Read and listen

Against my love shall be, as I am now,
With Time’s injurious hand crush’d and o’er-worn;
When hours have drain’d his blood and fill’d his brow
With lines and wrinkles; when his youthful morn
Hath travell’d on to age’s steepy night,
And all those beauties whereof now he’s king
Are vanishing or vanish’d out of sight,
Stealing away the treasure of his spring;
For such a time do I now fortify
Against confounding age’s cruel knife,
That he shall never cut from memory
My sweet love’s beauty, though my lover’s life:
His beauty shall in these black lines be seen,
And they shall live, and he in them still green.

References to the young man’s future are signs of the poet’s fear that love cannot defend against time. The youth could die — “When hours have drained his blood” — and so could his beauty — “And all those beauties whereof now he’s king / Are vanishing, or vanished out of sight” — but when the youth is as agedas the poet, the youth’s former good looks will be preserved in the poet’s verse.

“Confounding age’s cruel knife,” which recalls Sonnet 60’s “And Time that gave doth now his gift confound,” is no match against the poet’s sonnets, “these black lines” in which the young man will forever live “still green.”

««« Sonnet 62

»»» Sonnet 64

Crediti – Credits

Traduzione in Italiano di Maria Antonietta Marelli (I Sonetti – Garzanti editore)

Audio in Italiano – Lettura di Valter Zanardi dal canale YouTube VALTER ZANARDI letture

English audio from YouTube Channel Socratica

Sommario/Summary da/from Cliffsnotes.com

Indice Sonetti con audio – Audio Sonnets

PirandelloWeb