Shakespeare. Sonetto 47 - Sonnet 47. Audio. | Shakespeare Italia

Sonetto 47 – Sonnet 47

I miei occhi e il cuore son venuti a patti. Betwixt mine eye and heart a league is took. 

Leggi e ascolta

I miei occhi e il cuore son venuti a patti
ed or ciascuno all’altro il suo ben riversa:
se i miei occhi son desiosi di uno sguardo,
o il cuore innamorato si distrugge di sospiri,
gli occhi allor festeggian l’effigie del mio amore
e al fantastico banchetto invitano il mio cuore;
un’altra volta gli occhi son ospiti del cuore
che a lor partecipa il suo pensier d’amore.
Così, per la tua immagine o per il mio amore,
anche se lontano sei sempre in me presente;
perché non puoi andare oltre i miei pensieri
e sempre io son con loro ed essi son con te;
o se essi dormono, in me la tua visione
desta il cuore mio a delizia sua e degli occhi.

Nel Sonetto 46, il tema del conflitto tra gli occhi e il cuore. Nel Sonetto 47, i due organi si completano a vicenda. Il sonetto, piuttosto privo di ispirazione rispetto a molti sonetti di Shakespeare, mette in contrasto il giovane reale con quello immaginario: “Così, per la tua immagine o per il mio amore, / anche se lontano sei sempre in me presente;”. Quando il poeta diventa malinconico a causa del giovane, ne guarda semplicemente l’immagine ringiovanendo il suo amore per l’amico.

««« Sonetto 46

»»» Sonetto 48

..

Read and listen


Betwixt mine eye and heart a league is took,
And each doth good turns now unto the other:
When that mine eye is famish’d for a look,
Or heart in love with sighs himself doth smother,
With my love’s picture then my eye doth feast
And to the painted banquet bids my heart;
Another time mine eye is my heart’s guest
And in his thoughts of love doth share a part:
So, either by thy picture or my love,
Thyself away art resent still with me;
For thou not farther than my thoughts canst move,
And I am still with them and they with thee;
Or, if they sleep, thy picture in my sight
Awakes my heart to heart’s and eye’s delight.

In Sonnet 46, conflict between the eyes and heart is the theme. In Sonnet 47, these organs complement one another. The sonnet, rather uninspired compared to many of Shakespeare’s sonnets, contrasts the actual and imaginary youth: “So, either by thy picture or my love, / Thyself away are present still with me.” When the poet grows melancholy for the young man, he simply looks at the youth’s image, and his love for his friend is rejuvenated.

««« Sonnet 46

»»» Sonnet 48

Crediti – Credits

Traduzione in Italiano di Maria Antonietta Marelli (I Sonetti – Garzanti editore)

Audio in Italiano – Lettura di Valter Zanardi dal canale YouTube VALTER ZANARDI letture

English audio from YouTube Channel Socratica

Sommario/Summary da/from Cliffsnotes.com

Indice Sonetti con audio – Audio Sonnets

PirandelloWeb