Shakespeare. Sonetto 56 - Sonnet 56. Audio. | Shakespeare Italia

Sonetto 56 – Sonnet 56

Dolce amore, rianima la tua forza, non sia. Sweet love, renew thy force; be it not said. 

Leggi e ascolta


Dolce amore, rianima la tua forza, non sia
il tuo sentire più ottuso di quell’appetito,
che oggi soddisfatto del suo cibo,
domani si riaccende di primitivo ardore.
Sii così, amore: anche se oggi appaghi
i tuoi avidi occhi tal che sazi cadano nel sonno,
riaprili ancor domani e non soffocare
l’entusiasmo d’amore in torpore eterno.
Sia questo infelice momento simile a quel mare
che divide le sponde ove due giovani promessi
si recano ogni giorno, così, quando scorgerai
ritornar l’amore, più felice sarà l’incontro.
O sia come l’inverno che tanto colmo di disagi,
rende più prezioso e ambito l’arrivo dell’estate.

Come nel Sonetto 52, il poeta accetta che la separazione può essere vantaggiosa nel rendere il loro amore molto più dolce una volta ripresa la relazione con il giovane. Il poeta chiede che l’amore astratto si rinnovi per ricongiungersi al giovane.

Supplica: “Dolce amore, rianima la tua forza” e paragona questo “infelice momento” a un oceano che separa due sponde, su cui stanno due amanti, sperando di scorgersi l’un l’altro e aumentare il loro amore. Oppure, dice il poeta, considerare questo “torpore” un inverno, che implica l’arrivo dell’estate e rende questa venuta ancora più desiderata. Il sonetto ha un tono triste e malinconico mentre il poeta cerca un modo per riaccendere l’amore che lega la loro relazione.

««« Sonetto 55

»»» Sonetto 57

..

Read and listen


Sweet love, renew thy force; be it not said
Thy edge should blunter be than appetite,
Which but to-day by feeding is allay’d,
To-morrow sharpen’d in his former might:
So, love, be thou; although to-day thou fill
Thy hungry eyes even till they wink with fullness,
To-morrow see again, and do not kill
The spirit of love with a perpetual dullness.
Let this sad interim like the ocean be
Which parts the shore, where two contracted new
Come daily to the banks, that, when they see
Return of love, more blest may be the view;
Else call it winter, which being full of care
Makes summer’s welcome thrice more wish’d, more rare.

Much like in Sonnet 52, the poet accepts that separation can be advantageous in making their love that much sweeter when the youth and the poet resume their relationship. The poet asks the abstract love to be renewed so that he can be reunited with the youth.

He begs, “Sweet love, renew thy force,” and likens this “sad interim” to an ocean that separates two shores, whereon two lovers stand, hoping to catch a glimpse of each other and increase their love. Or else, the poet says, consider this “dulness” a winter, which implies the coming of summer and makes that coming all the more wished for. The sonnet has a sad, wistful tone as the poet seeks a way to rekindle the love that bound their relationship.

««« Sonnet 55

»»» Sonnet 57

Crediti – Credits

Traduzione in Italiano di Maria Antonietta Marelli (I Sonetti – Garzanti editore)

Audio in Italiano – Lettura di Valter Zanardi dal canale YouTube VALTER ZANARDI letture

English audio from YouTube Channel Socratica

Sommario/Summary da/from Cliffsnotes.com

Indice Sonetti con audio – Audio Sonnets

PirandelloWeb